Malga Losa

Malga Losa, per la sua maestosità riveste un ruolo importante per il settore malghivo. A pochi metri dalla malga troviamo un ramo normalmente in secca del Rio Losa, nei cui pressi possiamo ammirare la rosa delle Alpi (Rhododendron ferrugineum) o il rododendro irsuto (Rhododendron hirsutum), l’erica carnicina (Erica carnea) o la genziana primaticcia (Genziana verna).

Dettagli

Ubicazione

Ovaro (Ud)

Da Ampezzo si prosegue in direzione di Sauris e, duecento metri dopo la corta galleria dopo la diga, si sale a destra in direzione di Lateis. Superato l’abitato, si prosegue sempre su strada in buona parte asfaltata e, con l’avvertenza di tenere la destra ad un primo bivio, si supera il guado sul torrente Pieltinis per salire a sinistra; si giunge ad un secondo bivio da dove si prosegue a destra e, tralasciando le deviazioni per Novarzutta e Palazzo, si giunge in malga Losa (CAI n. 220).

Si può salire anche da Mione, in comune di Ovaro, percorrendo la ripida strada asfaltata della "Stentaria".

Accesso alla malga: Buono - Malga accessibile con autovettura

Proprietario

Comune di Villa Santina (Ud)

Quota (m.s.l.m.)

1765

Cartografia

Tabacco n. 01 Sappada – S. Stefano Forni Avoltri

Ristoro

Si possono degustare le produzioni aziendali durante tutto il periodo di alpeggio. 

Contatti: Luca Petris

Cellulare: 329 53 30 611

e-mail: agricolapetris@yahoo.it

Pagina facebook: malga Losa

E poi...

Proseguendo, ci si porta in malga Forchia e da qui si può scendere a Ovaro (CAI n. 220); a monte della casera Forchia ha inizio il sentiero che permette di salire sul Col Gentile (2.075 m) (CAI n. 235).

I paesi a fondo valle sono tutti ricchi di storia e di punti d'interesse:

Sauris, antico borgo con abitazioni e rustici realizzati con la tecnica dei block bau (tronchi di legno sovrapposti e incastrati agli angoli) ed il tetto rivestito in scandole di legno, dove sopravvive ancora la lingua saurana di derivazione tedesca e numerose manifestazioni tradizionali. Si possono visitare il centro etnografico "'Haus van der Zahre", con al suo interno la Mostra "La storia riemersa - Cimeli di guerra / Khriekhgedeinkhn ed il Centro storiografico – Museo di S. Osvaldo, che illustrano la vita quotidiana nel corso di sette secoli, nonchè numerose botteghe artigiane.Molto pregiati sono i prodotti agroalimentari autoctoni, quali il prosciutto crudo IGP, lo speck e la birra artigianale. Dal punto di vista naturalistico ed ambientale, si segnala il lago con l'imponente diga, mentre nei boschi limitrofi si possono vedere caprioli, cervi, camosci, martore, puzzole, faine, donnole, scoiattoli, ghiri, arvicole, galli forcelli e cedroni, svariati rapaci diurni e notturni e, recentemente, anche la lince e l'orso bruno.

Ampezzo ospita la Pinacoteca Davanzo, presso Palazzo Unfer, con una preziosa raccolta di opere d'arte ed il museo geologico, dove sono esposti numerosi fossili e rocce, che testimoniano un arco di anni pari a 400 milioni. Altri edifici di interesse religioso e storico sono la Chiesa di San Daniele, la Chiesa della Santissima Trinità (ad Oltris) ed il Palazzo Beorchia - Nigris del secolo XVII, tipico esempio di architettura carnica.

Pesariis (frazione di Prato Carnico, nella Val Pesarina) è chiamato il paese degli orologi, perchè vi  è stata fondata la fabbrica dei Fratelli Solari. E' stato creato un percorso con orologi e due meridiane monumentali, in centro al paese, che rappresentano l'evoluzione dell'industria locale. Vi si trova anche la Casa Bruseschi, tipica residenza signorile carnica del '600-'700, con l'esposizione di mobili ed utensili dell'epoca.

Ovaro è ricca di storia e di testimonianze come il "Museo Ex Miniera di Carbone" e l'"EX Miniera Creta d'Oro" che illustrano l'attività mineraria di fine ottocento-inizi novecento (frazione di Cludinico), il "Museo del Legno e della Segheria Veneziana" (località Aplis), il mulino a pietra di Baus, la necropoli Namontet, la casa delle cento finestre (a Mione) e alcuni palazzi patrizi (a Luint). 

Manifestazioni

LUGLIO

Festa del Malgaro ad Ovaro;

Servizi

Punto d'interesse storico

Punto d'interesse geologico

Punto d'interesse botanico

Punto d'interesse faunistico

Punto d'interesse panoramico

Punto d'interesse architettonico

Punto d'interesse religioso

Musei

Ippovie

Foto

F42 Losa
Losa 11
Losa 4
Losa 14
Losa 13
Losa 7
Losa 1
Losa 5
Losa 10
Losa 3
Losa 8
Losa 6
Losa 12