Malga Pramosio

Sul percorso CAI n. 402, che da Pramosio conduce a Malpasso, si trova la lapide dedicata a Maria Plozner Mentil, caduta durante il primo conflitto mondiale mentre riforniva i reparti della prima linea. La sua storia, come quella di tutte le portatrici carniche, fu progressivamente dimenticata fino al 1997 quando l’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro conferì loro la Medaglia d’Oro al Valor Militare. Dal Passo Pramosio si possono visitare le numerose testimonianze del primo conflitto mondiale, cioè gallerie, trincee e postazioni. 

Dettagli

Ubicazione

Paluzza (Ud)

Da Paluzza si sale lungo la SS 52 bis in direzione del Passo di Monte Croce Carnico. Giunti al bivio per Cleulis, si tiene la destra e si sale, inizialmente su strada asfaltata e poi sterrata, inoltrandosi nella sovrastante “Foresta Pramosio”, fino all’alpeggio.

Accesso alla malga: Buono - Malga accessibile con autovettura

Proprietario

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Presidenza della Giunta Regionale Ufficio di Gabinetto -Trieste

Quota (m.s.l.m.)

1521

Cartografia

Tabacco n. 09 Alpi Carniche – Carnia Centrale

Ristoro

Agriturismo con possibilità di pernottamento. Si possono degustare le produzioni aziendali durante tutto il periodo di alpeggio. 

Contatti: Marino Screm

Telefono fisso della malga: 0433 77 57 57

e-mail: marino.screm@gmail.com

Cellulare: 333 48 23 937

 

E poi...

Proseguendo oltre la casera, sempre su percorso CAI n. 402, ci si può portare a casera Malpasso ricovero Morgante, alla casera delle Manze e, più in alto, a casera Pramosio Alta con lo splendido laghetto Avostanis, sovrastato da una delle falesie più belle dell’arco alpino orientale.

Nel comune di Paluzza è possibile vedere la torre Moscarda del 1200, in località "Enfretors", antico baluardo dell'efficiente sistema difensivo doganale "Castrum Moscardum". Sul colle si trova la chiesa di San Daniele Profeta del 1700, posta a controllo della strada che portava all'importante passo di Monte Croce, e vestigia di fortificazioni romane. Sono visibili anche fortini risalenti alla seconda guerra mondiale. Presso la torre è ospitato un giardino botanico alpino, con specie vegetali autoctone.

Nel centro del paese, il duomo di Santa Maria ingloba l'abside quattrocentesca dell'antica chiesetta, dove lavorò nel 1555 Giuseppe Furnio, pittore sanvitese seguace dell'Amalteo, affrescando la volta costolata e le lunette. Nella stessa cappella si può ammirare l'ancora lignea di Antonio Tironi, del primo decennio del Cinquecento. Da vedere una pala del 1661 con l'immagine della Madonna del Carmine. All'interno dell'edificio sacro vi si trova un grande organo.

A Timau sono visibili dalla SS 52 bis  il "Fontanon", sorgente carsica perenne particolarmente suggestiva ed il bosco bandito. Sempre a Timau, è possibile visitare la Chiesa del Cristo Re, di particolare interesse storico e religioso, che ospita un crocifisso ligneo di 15 metri, il tempio ossario ed il museo "La Zona Carnia durante la Grande Guerra".

A Cleulis di Paluzza, dopo anni di abbandono,sono state ristrutturate e risistemate da un gruppo di volontari le stanze adibite alla pesatura e trasformazione del latte. La vecchia latteria è visitabile su appuntamento chiamando il n° 3356100733.

Manifestazioni

LUGLIO

9 2^ edizione Gnocchi e Balocchi a Paluzza

AGOSTO

Festa dei Cjarsons a Cleulis;

Ferragosto Timavese a Timau;

12-13 Palio das Cjarogiules a Paluzza;

SETTEMBRE

Trofeo Carnia in MTB

03 Il Volo dell'Aquila Trofeo memorial Erwin Mayer

Servizi

Punto d'interesse storico

Punto d'interesse geologico

Punto d'interesse botanico

Punto d'interesse faunistico

Punto d'interesse panoramico

Punto d'interesse religioso

Musei

Percorsi nordic walking

Percorsi trakking

Percorsi arrampicata

Ippovie

Agriturismo

Alloggio agrituristico

Spuntini e pasti freddi

Somministrazione di pasti caldi

Foto

Pramosio 6
Pramosio 1
Malga Malpasso
Pramosio 5
Pramosio 2
B7 Pramosio
Pramosio 7
Pramosio 8
Pramosio 3
Pramosio 9
IMG_0551.JPG
IMG_0552.JPG
IMG_0553.JPG
DSC02504.JPG