Malga Tratten

Fanno parte del comparto di malga Tratten anche i pascoli e le strutture di malga Auernig (1.609 m). Nelle zone limitrofe a passo Pramollo possiamo osservare la magnifica Wulfenia carinthiaca, specie botanica protetta, visibile tra la fine del mese di giugno e l’inizio di luglio. Scoperta nel 1779 dal barone Francesco Saverio de Wulfen, viene fatta risalire al Terziario; è presente in pochissimi territori (confine tra Albania e Montenegro, in Himalaya e Asia Minore con specie affini) e per la sua rarità è specie protetta.

Dettagli

Ubicazione

Pontebba (Ud)

Da Pontebba si seguono le indicazioni stradali per il Passo Pramollo; superate le strette curve dei primi chilometri si giunge ai tornanti che si snodano in prossimità dei pascoli e in breve agli edifici di malga Tratten.

Accesso alla malga: Buono - Malga accessibile con autovettura

Proprietario

Privata

Quota (m.s.l.m.)

1225

Cartografia

Tabacco n. 18 Alpi Carniche Orientali Canal del Ferro

Ristoro

Agriturismo. Si possono degustare le produzioni aziendali durante tutto il periodo di alpeggio.

Contatti: Cristian Nardulli

Cellulare: 393 02 87 934

e-mail: nardulli.cristian@libero.it

Pagina facebook: malga Tratten

 

E poi...

Dalla malga è possibile raggiungere il Passo Pramollo ed entrare in territorio austriaco. Dal valico, mantenendosi sul versante italiano, si può inoltre raggiungere casera Auernig e il comparto malghivo For – Cerchio – Biffilb (CAI n. 504).

A Pontebba, località in cui aveva sede la dogana, merita una visita la chiesa parrocchiale per ammirare il Flügelaltar, un altare ligneo datato 1517, il municipio con la bellissima facciata, abbellito da affreschi al suo interno, e con la lapide funeraria di "Severilla", risalente all'epoca romana conservata nelle sue sale. Percorrendo il paese si possono vedere altri edifici con particolare significato storico, quali Casa Micossi (sec. XVIII), Casa di Gaspero Rizzi (sec. XVII), Casa Brunetti Bonfioli de' Cavalcabò (sec. XIX), Casa Schiavi (sec. XIX) e Casa Micossi Nassimbeni (sec. XIX). Nell'abitato, si trova il ponte sul torrente Pontebbana, che ricorda il limite tra l’abitato di Pontafel e quello di Pontebba (Austria e Repubblica veneta). L’attuale struttura è stata ricostruita negli anni ‘50 a seguito del crollo del manufatto precedente, ma le prime notizie scritte sulla sua esistenza risalgono al 1442. Negli anni lo hanno percorso principi, re e personaggi illustri, quali ad esempio Giosuè Carducci nel 1885. Con la fine della Grande Guerra e lo spostamento del confine a Coccau, ha perso la sua funzione originaria. Nella Piazza Garibaldi, per onorare il centenario della nascita del compositore Arturo Zardini (1969) autore di “Stelutis alpinis”, è stato posto un monumento ad opera dello scultore Max Piccini.

Manifestazioni

AGOSTO

06-08 Festa dell'Amicizia a Pontebba e Hermagor (A)

Servizi

Punto d'interesse storico

Punto d'interesse botanico

Punto d'interesse architettonico

Punto d'interesse religioso

Agriturismo

Spuntini e pasti freddi

Foto

Tratten 5
Tratten 3
D27 Tratten
Tratten 7
Tratten 2
Tratten 1
Tratten 4
Tratten 10.JPG
Tratten 15.JPG