Malga Pozof (Marmoreana)

L’intervento di ristrutturazione degli edifici della malga, da parte dei proprietari, ha previsto il recupero storico della vecchia casera, a testimonianza di come una volta si svolgeva la vita in alpeggio. Nelle pozze della malga si possono trovare la biscia dal collare, il tritone alpino, la rana temporaria e la libellula. Sotto la malga, si scende lungo un pascolo alpino ricco di ortica (Urtica dioida subsp. dioica), felci (Pteridium aquilinum subsp. aquilinum) e arbusti di ontano verde (Alnus alnobetula subsp. alnobetula), assieme a iperico (Hypericum perforatum), achillea (Achillea millefolium), verga d’oro (Solidago virgaurea sl), barba di capra (Aruncus dioicus), farfaraccio bianco (Petasites albus), bardana (Arctium lappa), margherite (Leucanthemum vulgare), salvia montana (Salvia pratensis subsp. pratensis) e pinguicola (Pinguicola vulgaris).

Dettagli

Ubicazione

Ovaro (Ud)

Da Sutrio si sale alla Sella dello Zoncolan (1.730 m) e si scende poi lungo la strada che porta ad Ovaro. Dopo le strette gallerie si devia a destra su strada asfaltata e, in breve, si giunge al parcheggio di malga Pozof. Al bivio per malga Pozof si può giungere anche da Ovaro, attraverso la frazione di Liariis, su strada ripida ma ben asfaltata. Durante la stagione estiva, può funzionare la funivia che da Ravascletto porta direttamente al monte Zoncolan, da cui si può raggiungere l’alpeggio a piedi.

Accesso alla malga: Buono - Malga accessibile con autovettura

Proprietario

Privata

Quota (m.s.l.m.)

1583

Cartografia

Tabacco n. 09 Alpi Carniche – Carnia Centrale

Ristoro

Agriturismo. Si possono degustare le produzioni aziendali durante tutto il periodo di alpeggio.

Contatti: Michele Gortani

Cellulare: 368 37 45 660

e-mail: info@gortanifarm.it

Sito web: www.gortanifarm.it

Pagina di Facebook: agriturismo Gortani Malga "Pozof" Zoncolan

 

E poi...

Dalla Sella dello Zoncolan, seguendo la viabilità sterrata sul versante Est del monte Arvenis, si possono visitare le casere Tamai, Agareit e Meleit.

Prima di salire in quota, è possibile visitare Sutrio, caratteristico paese carnico grazie ad un centro storico ben restaurato, con le tipiche case in pietra che si affacciano su stradine lastricate che fanno da cornice al Borgo. Pregiate sono alcune  botteghe artigiane di intaglio e scultura. Sul colle di Ognissanti sorge la Pieve omonima, edificata all'inizio del XIX secolo dall'architetto Francesco Schiavi di Tolmezzo, con l'antico campanile seicentesco di una precedente chiesa. Alcuni scavi all'interno delle pareti sud del colle hanno portato alla luce frammenti di capitelli e anelli di ancoraggio di ferro.

Ravascletto, che rappresenta un importante polo turistico estivo ed invernale, presenta edifici di culto pregiati quali la Chiesa di San Giovanni in Campivolo con il dipinto di San Giovanni Evangelista del pittore tedesco del '700 Ignazio Baldauff, la Chiesa Parrocchiale di Zovello (XIV secolo) e la Chiesa Parrocchiale di San Matteo Apostolo del 1718.

Sull'altro versante, ad Ovaro, nella frazione di Cludinico, prima di salire in quota è possibile visitare il "Museo Ex Miniera di Carbone" e l'"EX Miniera Creta d'Oro" che testimonia l'attività mineraria di fine ottocento-inizi novecento. In località Aplis, sempre ad Ovaro, è stato aperto al pubblico il "Museo del Legno e della Segheria Veneziana". Interessante visita al mulino a pietra di Baus ed alla necropoli Namontet. Nella frazione di Mione si trova la casa delle cento finestre e, a Luint, i palazzi patrizi.

Manifestazioni

GIUGNO

10 transumanza 2017 A Ovaro

LUGLIO

Festa del Malgaro ad Ovaro;

30 Fasin la Mede a Sutrio

SETTEMBRE

02-03 Magia del legno 2017 a Sutrio

Servizi

Punto d'interesse storico

Punto d'interesse botanico

Punto d'interesse faunistico

Punto d'interesse architettonico

Punto d'interesse religioso

Musei

Ippovie

Agriturismo

Spuntini e pasti freddi

Somministrazione di pasti caldi

Foto

Pozof 1
Pozof 11
Pozof 7
Pozof 8
Pozof 4
Pozof 6
Pozof 3
Pozof 2
Pozof 5
Pozof 10
Pozof 9
Pozof 12