Val Chiarsò (Canale d’Incaroio)

Salendo lungo la valle dopo un acquazzone o al termine di un periodo piovoso prolungato, non si contano le cascate d’acqua che precipitano dai salti dei ripidi versanti. Alcune sono davvero incantevoli per imponenza e per il loro dislivello, particolarmente suggestiva la Cascata di Salino.

L’orografia di questo territorio è inciso da profonde forre, quella più importante è la “Stua di Ramaç” cui è legata la cultura del trasporto autunnale del legname ricavato dal bosco, attraverso la fluitazione.

Salendo fino alle quote dei pascoli e a ridosso del confine austriaco, morbidi pianori erbosi e possenti massicci calcarei si alternano in affascinanti paesaggi. Nei vari sentieri che collegano le malghe di Paularo, è possibile osservare i cespugli di mirtillo nero (Vaccinium myrtillus L.) e le magnifiche fioriture di rododendri (Rhododendron spp).

Valdaier

Tutta la dorsale dei monti Neddis - Dimon - Paularo, che sovrasta la malga, è di interesse storico per le opere risalenti alla Grande Guerra. Questa malga svolge la sua attività agricola durante tutto il periodo dell’anno. Nei pressi della malga si trova il castello di Valdajer (oggi un ... 

Costa Robbia Alta

Le prime notizie sulla malga si trovano in un documento del Notaio Andrea de Speciariis, Nodaro di Piano, di Veneta A., in data 18 aprile 1573. Sulle creste del monte Paularo, naturalmente con l’ausilio di un binocolo, si possono ammirare le pernici bianche. La caratteristica principale di questo ... 

Zermula

Lungo la viabilità che da Paularo porta alle malghe, circa un chilometro dopo la “Maina della Schialute”, una tabella sulla destra indica l’inizio del sentiero che in breve porta alla “Palma”, poderoso e secolare abete bianco censito tra i monumenti naturali del Friuli Venezia Giulia. Dal tronco ... 

Pizzul

“Relazione Rendita delle malghe in Cargna […] Nell’anno 1295 sulla Montagna Pizzul di proprietà del Mistro Giacomo qm Osualdo Gambelutto d’Incaroj hanno alpeggiato 183 animali Grossi et altri 200 minuti, con una rendita annua di 1753 Lib. Di Formaggio – Et Ego Giuseppe Vendro de communi Imperiali ... 

Ramaz

La malga è attiva nelle prime e ultime settimane di alpeggio; nel periodo intermedio, l’attività si trasferisce a malga Lodin Alta. In prossimità si trova la Stua di Ramaz, località a settentrione della forra del torrente Chiarsò, che deve il suo nome al grande sbarramento (“stua”=chiusa) che un ... 

Lodin Alta

Malga Lodin Alta è attiva nel periodo intermedio di alpeggio. Inizio e fine monticazione si svolge a malga Ramaz. Collocata sulle pendici meridionali del monte Lodin, caratterizzato da rocce risalenti al Siluriano. Queste formazioni di origine marina contengono molti fossili di invertebrati, come i ... 

Valbertat Alta

La malga è attiva nel primo e nell’ultimo periodo di alpeggio; nei mesi intermedi, la monticazione si trasferisce alla malga Cordin Grande. La casera di malga Valbertat Bassa è stata ristrutturata per attività agrituristica col nome “Al Cippo”, dal caratteristico stele in pietra apposto ai tempi ... 

Cordin Grande

Da malga Cordin Grande si scende lungo il pascolo e seguendo la segnaletica CAI n. 451, si percorre un sentiero caratterizzato da torbiere e zone umide che danno origine agli Erioforeti (prati umidi ricchi di eriofori - Eriophorum angustifolium, dai tipici “batuffoli” bianchi retti dall’esile ... 

Cason di Lanza

Nel 1478 nel Plan di Lanze avvenne un sanguinoso scontro tra i turchi che tentavano di valicare il passo e le truppe della Serenissima, affiancate dalle milizie popolari carniche. I turchi vennero sconfitti e respinti e la Carnia salvata dalle loro temute scorribande. La leggenda vuole che il nome, ...